La nostra famiglia

L’agriturismo Vigneto Vecio è situato a S. Stefano di Valdobbiadene, tra le storiche colline di produzione del Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

La famiglia Miotto propone la propria attività di ristorazione e accoglienza, affiancandola alla preesistente attività agricola, con l’obiettivo di portare in tavola le ricette di famiglia e della tradizione locale.

Dal 1947

A pochi anni dalla fine della seconda guerra mondiale, il figlio Italo dopo aver combattuto al fronte, aiuta il padre Silvio a coltivare la terra e a curare il piccolo allevamento di mucche. Nel 1947 Silvio Miotto presenta alla Mostra del Vino di Valdobbiadene il suo prodotto, classificato come vino da focaccia ricevendo il primo premio, un riconoscimento preceduto e seguito da anni di duro lavoro nei vigneti, anni in cui il “tutto fatto a mano” non era una scelta, ma un obbligo.

L’idea di convertire l’attività di allevamento in ristorazione nasce dal nipote Silvio a fine degli anni 80, coinvolgendo la moglie Adriana, la mamma Antonietta e i fratelli, uniti dall’intento di portare in tavola i prodotti della terra e far gustare le ricette di famiglia. Si servono inizialmente pochi piatti ma ben curati, i salumi, il minestrone di fagioli e lo spiedo che Antonietta da sempre cucina ogni domenica per la famiglia.

Con gli anni la cucina si arricchisce grazie alla passione e all’impegno della moglie Adriana e in seguito della nuora Teresa, sempre valorizzando la materia prima di propria produzione.

Il prosecco diventa luogo, racconto e traino per Valdobbiadene che la afferma negli anni quale meta enogastronomica molto apprezzata. Con lungimiranza nel 2004 si inaugurano le sei camere ricavate dal restauro del vecchio fienile per accogliere gli ospiti e far vivere un’esperienza unica tra le colline dell’altro trevigiano.

Da un po’ di anni sono al fianco di SIlvio i figli, Elisa ad Enrico. Dopo gli studi linguistici e l’esperienza nel mondo turistico, Elisa si occupa delle relazioni con gli ospiti e dà supporto nella gestione dell’azienda, mentre Enrico, enotecnico presso la Scuola Cerletti di Conegliano, segue l’intero processo di produzione del Valdobbiadene DOCG, dalla vite alla bottiglia.